Salta al contenuto

Martedì 21 Gennaio 2020

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar

Amministrazione Trasparente

Contenuti principali

ALTRI CONTENUTI

Diritto di accesso
Tutti i cittadini hanno diritto di avere informazioni, leggere ed ottenere copie di documenti amministrativi posseduti dalla Pubblica Amministrazione.

Il diritto di accesso è garantito da due norme:
  • la Legge 241/1990 - Disposizioni in materia di documentazione amministrativa
  • Il Decreto legislativo 33/2013  - Obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, che costituisce la versione italiana del cosiddetto Freedom Of Information Act (FOIA)
Le modalità attraverso le quali i cittadini possono ottenere le informazioni sono le seguenti:
  • accesso ai documenti e agli atti amministrativi (cosiddetto accesso documentale);
  • accesso civico a dati, documenti e informazioni oggetto di pubblicazione obbligatoria (cosiddetto accesso civico  semplice);
  • accesso civico a dati e documenti ulteriori (cosiddetto accesso civico generalizzato).

Accesso documentale
  • è il diritto riconosciuto ed esercitato da tutti i soggetti che dimostrano di avere  un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso. È necessaria quindi una stretta correlazione tra il documento amministrativo oggetto della richiesta di accesso e uno specifico interesse che il soggetto richiedente deve dimostrare; non sono ammesse istanze di accesso agli atti e documenti amministrativi finalizzati ad un controllo generalizzato dell’operato della pubblica amministrazione.

Accesso civico semplice
  • l'obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione, come indicato all'articolo 5, comma 1 del decreto leguslativo 33/2013.

Accesso civico generalizzato
  • chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi dell'articolo 5, comma 2 del decreto legislativo 33/2013, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall'articolo 5-bis dello stesso decreto.

L'esercizio del diritto di cui all'articolo 5, commi 1 e 2 non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. L'istanza di accesso civico identifica i dati, le informazioni o i documenti richiesti e non richiede motivazione. L'istanza può essere trasmessa per via telematica secondo le modalità previste dal decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive modificazioni, ed è presentata alternativamente ad uno dei seguenti uffici:
  • all'ufficio che detiene i dati, le informazioni o i documenti;
  • all'Ufficio relazioni con il pubblico;
  • ad altro ufficio indicato dall'ente.

Sempre in questa sezione viene pubblicato il registro degli accessi, aggiornato semestralmente, che contine l'elenco delle richieste di accesso (atti, civico e generalizzato) con indicazione dell’oggetto e della data della richiesta nonché del relativo esito con la data della decisione.

LINK ESTERNI

Ultimo aggiornamento: mercoledì 03 luglio 2019
Rightbar